Notizie sulla moda, l'arte ed il turismo italiani e sul made in Italy

Lava, metallo, pietra: le nuove ceramiche a Cersaie 2006

08 novembre 2006    Invia ad un amico
Lava, metallo, pietra: le nuove ceramiche a Cersaie 2006
Clicca per ingrandire

Alla XXIV edizione di Cersaie, lo spazio espositivo di Leonardo 1502 Ceramica, azienda specializzata nella produzione di gres porcellanato tecnico e smaltato da pavimenti e rivestimenti, si arricchirà di tre novità.  Optical, Genesy, Pathos: è questa la nuova serie di ceramiche targate Leonardo 1502.

Dopo aver festeggiato il successo ottenuto con SHAPE®, il prodotto ad alto contenuto tecnologico presentato lo scorso anno in occasione del Salone Internazionale della Ceramica per l’Architettura e dell’Arredobagno, l’azienda imolese continua ad aprire la strada a nuove frontiere di sperimentazione e ricerca.

“Se con SHAPE® si pensava di aver raggiuto uno standard di perfezione assoluta – spiega Andrea Preda, responsabile marketing Leonardo 1502 - grazie alle novità di quest’anno regaleremo ai visitatori del nostro stand suggestioni ancora più forti”. Lava vulcanica, metallo, pietra: questi i materiali a cui si ispirano le nuove ceramiche targate Leonardo.

Da sempre attenta all’interpretazione e all’anticipazione delle moderne esigenze del living design, Leonardo 1502, supportato da una tecnologia superiore e da una ricerca estetica frutto della migliore tradizione ceramica italiana, è in grado di riprodurre ogni tipo di superficie.

Il suo è uno stile unico capace di fondere classicità ed innovazione, storia ed avanguardia. E’ uno stile in cui l’imitazione della natura è ispirazione primaria, ricerca di purezza materica, lavorazione sofisticata delle polveri ceramiche.

Tutto parte dallo spazio. Lo spazio che diventa materia. Imitata, reinterpretata, vestita di forme, colori, disegni. Una materia evocativa, ricca di personalità. Rustica, elegante, natural, minimal, high tech.

Tra le nuovissime proposte Leonardo 1502 punterà i riflettori su piastrelle che regalano agli ambienti più raffinati l’effetto della lava vulcanica. Prodotte nel monocolore grigio queste ceramiche acquistano tonalità e sfumature diverse a seconda della lavorazione. Con la stessa tecnica utilizzata per SHAPE® la piastrella viene decorata fin sul bordo regalando al prodotto un effetto raro e prezioso, impossibile da ottenere con i metodi tradizionali.

Le diverse lavorazioni della “Lava vulcanica” producono tre originali finiture: bocciardata, arrotata e liscia. Nel primo caso, in particolare, la piastrella presenta una superficie spugnosa con un suggestivo effetto bollicine.

Un nuovo prodotto, dunque, da cui ci si attende un vasto riscontro di pubblico, ma che dovrà dividere la scena con altre due nuove tipologie di piastrelle: quelle “metalliche”, che riproducono l’effetto del metallo attraverso una trama in broccato e una in rete metallica; e quelle in pietra destinate soprattutto al mercato americano.


[ i più letti del mese ]

[ i più popolari ]