Notizie sulla moda, l'arte ed il turismo italiani e sul made in Italy

E’ Chieti la prima 'Provincia senza benzina'!

25 febbraio 2009    Invia ad un amico
E’ Chieti la prima 'Provincia senza benzina'!
Clicca per ingrandire

Presentato alla BIT di Milano il progetto turistico che farà della Provincia di Chieti il territorio di riferimento internazionale della “Vacanza Slow”

E’ cool ed ecologico, registra numeri in crescita esponenziale ed è alternativo ai movimenti di massa: il “viaggiare slow” è la tendenza più diffusa nel mercato turistico di questi ultimi anni.

Una dimensione quasi retrò del viaggio, decisamente a misura d’uomo per poter assaporare sensazioni che la frenesia del week-end low cost non lascia nemmeno più immaginare; ma anche un modo modernissimo per vivere ed assaporare autentiche esperienze di contaminazione tra cultura, paesaggio, gastronomia.

L’Abruzzo è un autentico paradiso per questo genere di turismo e per intercettare una domanda sempre più diffusa la Provincia di Chieti ha ideato il progetto “Provincia senza benzina”,  un Eco-tour attraverso la Maiella e i luoghi di Ercole, la Costa dei Trabocchi, i Tratturi, il Lago di Bomba…

Il progetto “Provincia senza benzina” rappresenta una Guida ad un turismo puro, semplice, sano, che ci porta a scoprire attentamente e lentamente risorse inimmaginabili e fuori dalle grandi direttive del turismo di massa; un turismo che sicuramente combacia con le caratteristiche del territorio in quanto ci si può immergere, nel vero senso della parola, in una natura incontaminata, la si può toccare con mano, annusare, e in un sol colpo ogni turista potrà trovarsi al mare o in montagna oppure visitare gli interessanti centri storici della provincia e le ancora poco conosciute aree archeologiche.

Un’offerta turistica che prevede innovativi eventi ed una serie di itinerari da fare a piedi, in bicicletta, a cavallo o con qualsiasi altro mezzo ecologico per scoprire le strade della transumanza, gli itinerari con “gli antichi Dei”, e realizzare piacevoli  escursioni e arrampicate in compagnia di guide esperte...

…Percorsi alternativi, quindi, caratterizzati da un forte connubio tra sacro e natura, tra cultura e tradizione, itinerari che offrono la probabilità di imbattersi in sagre, ricorrenze religiose e rappresentazioni storiche che immergono il visitatore in una dimensione fuori dal tempo.

“Provincia senza benzina” è un progetto che presenta quattro differenti proposte:

·        In Cammino con gli Dei
·        Tractorius;
·        la Festa del Lago;
·        Dai trabocchi alle capanne di pietra.

Proposte che danno al turista la possibilità di scegliere itinerari nuovi, inusuali che solo in questa parte di territorio è possibile scoprire; luoghi che permettono di guardarsi intorno lungo il cammino per poter respirare a pieno la vita dei borghi e delle persone con cui si entra in contatto, cartoline di vita vera in grado di regalare ad ogni turista il giusto tempo per far decantare le sensazioni raccolte lungo il percorso ed inebriarsene.

“Con il progetto “Provincia senza benzina” – spiega Panfilo Di Silvio, Assessore alla cultura e al turismo della Provincia di Chieti – vogliamo far conoscere la bellezza e la ricchezza del nostro territorio ai sempre più numerosi turisti che amano il viaggio che segue il tempo del cuore e non quello dell’orologio”.

“La nostra Provincia – continua Di Silvio - è ricca di luoghi in cui è fisicamente percepibile il nesso inscindibile tra “sacro e natura” e per questo puntiamo ad un’offerta turistica culturale-religiosa, al fine di valorizzare ambienti che mostrano tracce della presenza di culti ancestrali, luoghi in cui sono visibili i resti materiali di una religiosità che dalla preistoria ha continuato il suo percorso storico in forme cristiane, come le tante grotte che portano il nome dell’Arcangelo Michele, erede di divinità pagane”.


[ i più letti del mese ]

[ i più popolari ]