Notizie sulla moda, l'arte ed il turismo italiani e sul made in Italy

Alpine Pearls e Convenzione delle Alpi per il turismo sostenibile

15 settembre 2009    Invia ad un amico
Alpine Pearls e Convenzione delle Alpi per il turismo sostenibile
Clicca per ingrandire
La mobilità dolce come chiave per un nuovo piacevole modo di fare vacanze sostenibili. Sarà questo in futuro il filo conduttore della cooperazione tra Alpine Pearls, che raggruppa 21 località alpine di 6 Paesi che offrono una vacanza “naturale” e la Convenzione delle Alpi.

Marco Onida, Segretario Generale della Convenzione delle Alpi e Peter Brandauer, Presidente di Alpine Pearls, hanno sottoscritto un importante Memorandum of Understanding (MoU). Scopo principale del Memorandum of Understanding è la promozione del turismo sostenibile nelle Alpi. Si punta inoltre a rafforzare la comunicazione e il networking sul tema dello sviluppo sostenibile, con particolare riguardo alla mobilità dolce su tutto l’arco alpino. “La collaborazione con il Segretariato permanente della Convenzione delle Alpi rappresenta per noi un passo molto significativo nello sviluppo dei concetti di mobilità dolce e turismo sostenibile nell’arco alpino; questa sinergia apre nuove interessanti possibilità per la diffusione del nostro modello”, spiega Peter Brandauer.

Fondamentale per l’efficacia della cooperazione sarà lo scambio di informazioni sui risultati del lavoro degli organi della Convenzione delle Alpi, e in particolare del gruppo di lavoro “Trasporti”. In ciascuna Perla delle Alpi si realizzerà un info-point sulla Convenzione delle Alpi, presso il quale sarà distribuito il materiale informativo messo a disposizione dal Segretariato permanente, con l’obiettivo di raggiungere un bacino di frequentatori il più ampio possibile. Le Alpi costituiscono una delle aree naturali continue più estese d’Europa e ospitano ben 14 milioni di persone, ricoprendo, secondo la definizione della Convenzione delle Alpi, una superficie di 190.959 km quadrati.

Partendo dal livello del mare, arrivano fino ai 4807 metri della cima del Monte Bianco. In questo contesto naturale unico vivono circa 30.000 specie animali e 13.000 specie vegetali, alcune delle quali a rischio di estinzione. Tra queste anche una parte delle 388 specie vegetali presenti esclusivamente nelle Alpi. L’arco alpino è da oltre 150 anni una delle regioni turistiche più amate al mondo, con una costante crescita del numero di turisti, che superano i 100 milioni ogni anno.

Maggiori informazioni:
www.alpine-pearls.com



[ i più letti del mese ]

[ i più popolari ]