Notizie sulla moda, l'arte ed il turismo italiani e sul made in Italy

Daniele Callegari dirige l'Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, 23 giugno 2011

22 giugno 2011    Invia ad un amico
 Daniele Callegari dirige l'Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, 23 giugno 2011
Clicca per ingrandire
Un programma quello di giovedì 23 giugno 2011, che vedrà impegnato il direttore Daniele Callegari sul podio del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, istituzione tra le più importanti in Europa e ideatore di uno dei più antichi Festival musicali assieme a quelli di Bayreuth e Salisburgo.

Tra i direttori d’orchestra più affermati della sua generazione, Daniele Callegari, si è esibito nei maggiori teatri del mondo alla direzione di prestigiose istituzioni concertistiche, distinguendosi come raffinato interprete del repertorio pucciniano e verdiano ma anche per la sua passione verso la musica del Novecento e la continua opera di ricerca.

Il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino dedica questa serata al repertorio donizettiano, proponendo arie tratte da tre delle più famose opere del compositore lombardo.

Alla direzione dell’Orchestra del Maggio Fiorentino, Daniele Callegari guiderà il grande soprano Mariella Devia che interpreterà in questo concerto tre regine del repertorio donizettiano: Maria Stuarda (nell’omonima opera che proprio a Firenze nel 30° Maggio del 1967 conobbe la sua rinascita novecentesca in un formidabile spettacolo con regia di Giorgio De Lullo e scene e costumi di Pier Luigi Pizzi, protagoniste Leyla Gencer e Shirley Verrett), Anna Bolena (nel ruolo che fu di Maria Callas alla Scala con regia di Luchino Visconti e Gianandrea Gavazzeni sul podio) ed Elisabetta d’Inghilterra nel Roberto Devereux. Si tratta di tre potenti finali d’opera in cui ad arie di struggente bellezza fanno seguito altrettante cabalette che richiedono una strabiliante tecnica vocale e che esigono un’interprete che sappia accoppiare purezza di canto, slancio drammatico e formidabili doti virtuosistiche.

"Ha una grande presa ascoltare in sequenza le tre "Regine" nei finali della trilogia Tudor, soprattutto se si dispone di un'artista del calibro di Mariella Devia alle prese con un vero e proprio tour de force – racconta il maestro Callegari - La musica è ancora intrisa di belcantismo belliniano ma, attraverso il periodo compositivo che va dal 1830 al 1837, il materiale musicale si arricchisce di accenti mantenendo incredibilmente inalterata l'unità stilistica.”

Daniele Callegari proseguirà il suo lavoro di direzione all’estero, portando ad ottobre Così fan tutte al Royal Theatre di Copenhagen mentre a novembre sarà impegnato con  Falstaff al Théâtre du Capitole de Toulouse.

www.danielecallegari.com




[ i più letti del mese ]

[ i più popolari ]