Notizie sulla moda, l'arte ed il turismo italiani e sul made in Italy

Sabato 10 agosto si concludono le 3 sere musicali nel monastero di Serra de Conti

07 agosto 2013    Invia ad un amico
Sabato 10 agosto si concludono le 3 sere musicali nel monastero di Serra de Conti
Clicca per ingrandire
La cucina, la musica e la vita monastica, tre ingredienti per un salto all’indietro in un passato che a Serra de’ Conti è più vivo che mai. Sabato 10 agosto, sarà tutto dedicato al Settecento l’ultimo appuntamento con le “Cene Musicali” proposte dal vivace centro in provincia di Ancona. Con questa manifestazione, promossa dal Comune e dalla direzione del Museo, e organizzata dalla Pro-Loco in collaborazione con Slow Food, Serra de’ Conti dedica tre serate a differenti periodi storici, e propone i piatti tipici di allora accompagnati dalla musica del tempo, con strumenti e repertori che ripropongono le sonorità dei corrispondenti periodi.
Il 10 agosto, allietati da un soprano e un contralto, i visitatori potranno gustare malfatti al sugo di lepre con cacao, pasticcio di gallo d’India con ripieno di carni, pistacchi e capperini, schiacciate di cicoria, ova e pecorino e majorchini con sapa condita.
Un vero e proprio salto all’indietro nel tempo all’interno di una cornice davvero particolare, il Museo delle Arti Monastiche col suo giardino panoramico sulle circostanti colline e il Chiostro di San Francesco. La storia di Serra de’ Conti, infatti, è legata a doppio filo al convento di clausura di Santa Maria Maddalena, chiuso quattro anni fa. Le monache che lo hanno abitato per tanti secoli hanno sempre intrattenuto rapporti molto diretti con gli abitanti del luogo: preparavano medicinali, cucinavano per chi non poteva permettersi di mangiare e, all’occorrenza, si trasformavano in baby sitter per accudire i figli dei serrani. Ecco perché qui è nato il Museo della Arti Monastiche, una struttura unica nel suo genere che “racconta” oltre cinque secoli di vita claustrale, attraverso gli oggetti della vita quotidiana e delle attività manuali – dalla colorazione degli abiti al cucito - oltre, naturalmente, alla vita spirituale delle monache.

Nei giorni delle “Cene Musicali”, oltre al Museo, merita una visita l’intero centro storico di Serra de’ Conti, un significativo esempio di impianto urbano di origine duecentesca, riadattato e trasformato prima in età tardomedievale e poi moderna sotto la spinta dei mutamenti economici-sociali. Lungo il perimetro della città antica, situata su una cresta collinare lungo la valle del fiume Misa, corre la cinta muraria spezzata da dieci torrioni e da una monumentale porta fortificata.

Info: si consiglia la prenotazione : al 3408505381 oppure alla mail info@museoartimonastiche.it  oppure telefonando allo 0731871739   



[ i più letti del mese ]

[ i più popolari ]