Notizie sulla moda, l'arte ed il turismo italiani e sul made in Italy

Un accordo con ENEA per internazionalizzare le piccole e medie imprese

31 marzo 2006    Invia ad un amico

Avviare interventi promozionali di partnership per l’internazionalizzazione delle imprese, elaborando e realizzando progetti integrati, anche attraverso attività di formazione professionale, prevalentemente mirati agli scambi, all’acquisizione di sistemi e tecnologie innovative, nonché alla realizzazione di joint-venture su mercati esteri di particolare interesse, soprattutto nell’area balcanica, nei Paesi di nuova adesione all’Unione Europea e nell’area del Mediterraneo. È questa la base dell’’accordo triennale sottoscritto dal Vice Ministro alle Attività Produttive con delega al Commercio Estero, on. Adolfo Urso e dal commissario straordinario dell’ENEA, Prof. Luigi Paganetto.Un accordo che dà il via anche alla nascita di un comitato tecnico paritetico che si muoverà su tre linee di indirizzo:definire il piano annuale degli interventi, monitorare l’andamento delle attività e valutare i risultati raggiunti.

“Un protocollo strategico” ha spiegato Urso “che completa il panorama degli accordi di settore che in questi anni abbiamo siglato con le associazioni di categoria e gli istituti di ricerca più avanzati. Con l’Enea il made in Italy si lancia con forza e determinazione sulla strada dell’internazionalizzazione puntando soprattutto sull’innovazione e la ricerca, due capisaldi che stanno alla base del futuro delle nostre pmi”. Dal canto suo Paganetto, ha sottolineato che: “L’ENEA può mettere a disposizione del MAP e del sistema produttivo italiano le sue competenze tecnico-scientifiche, energetiche, ambientali e di trasferimento tecnologico e l’esperienza maturata nella gestione di progetti complessi per iniziative in grado di favorire l’internazionalizzazione delle imprese nazionali, con l’obiettivo di rafforzarne la competitività promuovendo scambi di conoscenze, di innovazione e di tecnologia con istituzioni di ricerca ed industrie di altri Paesi”.

“Il Protocollo d’Intesa ENEA-MAP – ha concluso Paganetto-  consentirà di realizzare progetti internazionali in grado di coinvolgere le piccole e medie imprese italiane, favorendone l’aggregazione tra loro, rivolgendosi ai mercati esteri, in particolare ai Paesi che si affacciano sul Bacino Mediterraneo, compresa l’area Balcanica, ed i Paesi di nuova adesione all’Unione Europea”.


[ i più letti del mese ]

[ i più popolari ]