Notizie sulla moda, l'arte ed il turismo italiani e sul made in Italy

25° Fiera del Tartufo Nero ad Acqualagna

07 luglio 2009    Invia ad un amico
25° Fiera del Tartufo Nero ad Acqualagna
Clicca per ingrandire

Acqualagna, capitale del tartufo tutto l'anno, propone un'estate all'insegna dei sapori, della natura e della storia.

La cittadina  in   provincia  di Pesaro e Urbino che vanta il primato   italiano e mondiale nella commercializzazione  del  tartufo, ha una fiera per ogni tipologia del prelibato tubero e il 2 agosto celebrerà il tartufo nero estivo, che farà bella mostra di sé nella storica piazza Mattei, l'arena dove trova posto il tartufo di

Acqualagna in ogni stagione dell'anno. Quest’anno sarà ancora più grande e ricca dato il crescente sviluppo  e partecipazione  che vede confermato annualmente.
Di facile impiego in cucina ed economicamente alla portata di tutti, il tartufo nero estivo è l'occasione per conoscere   e   vivere  una  delle  zone più affascinanti dell'Appennino.

Il Comune di Acqualagna infatti, organizza una serie di momenti di eccezionale interesse:  sarà infatti possibile vestire i panni di cercatore e mettersi sulle tracce del tartufo con tanto di ruscella, cane al seguito e con l’aiuto di un esperto cercatore locale.
 
E ancora ci si potrà avventurare per i canyon dell'Appennino dove avviene un processo naturalistico incredibile: qui infatti il clima è rovesciato e le piante che dovrebbero localizzarsi in altura, come le querce o il carpino, si trovano in basso, mentre viceversa leccio e altre piante si trovano sulle cime dei monti.

Questo fenomeno unico è dovuto alle basse temperature della notte che all'interno di queste gole mantengono il fresco, consentendo al passo del Furlo di essere una delle rare località dove si mescolano vegetazione mediterranea (corbezzolo, terebinto)e di tipo continentale come il carpino. Qui, dove i romani aprirono la storica galleria per accedere all'Adriatico, è possibile anche osservare il volo dell' aquila, dalla suggestiva grotta del grano e ancora esplorare la riserva naturalistica del Furlo spingendosi sulle tracce di lupi, tassi, caprioli e daini, magari con una sosta nella baita di montagna del pastore che ancora lavora a mano un raro caprino da pascoli incontaminati.

Sei rifugi montani consentono anche escursioni di più giorni. Vengono inoltre organizzate serate enogastronomiche a tema su tartufo, formaggi a latte crudo, vini come Bianchello e Sangiovese.

Il vicino parco Le querce (www.parcolequerce.it) si estende invece sulle rive azzurre del fiume Candigliano, dove si può praticare la pesca.
Si tratta di un'area attrezzata per i camper, con camini, punti per il pic nic, parco giochi e servizi.

I quindici ristoranti della zona propongono tutto l'anno piatti a base di tartufo di Acqualagna.


[ i più letti del mese ]

[ i più popolari ]