Notizie sulla moda, l'arte ed il turismo italiani e sul made in Italy

Al via il 'Consorzio Produttori Formaggi Stagionati'

28 luglio 2009    Invia ad un amico
Al via il 'Consorzio Produttori Formaggi Stagionati'
Clicca per ingrandire

Rilanciare, tutelare e promuovere il consumo del Formaggio di Fossa di Sogliano DOP, una delle eccellenze gastronomiche che meglio esprime il grande valore delle tipicità casearie italiane: è questa la missione del nuovo Consorzio Produttori Formaggi Stagionati (Co.Pro.Fo.S.), recentemente costituito dai sei principali attori della filiera casearia del territorio romagnolo e marchigiano, che complessivamente rappresentano circa l’80% dell’attuale produzione nazionale di questo pregiato formaggio.

Il nuovo Consorzio, che per il 2009 prevede di raggiungere un fatturato di circa un milione di euro solo con il “Fossa”, è l’organismo di coordinamento per le attività di qualificazione e valorizzazione di un’ampia gamma di formaggi: freschi, semistagionati, stagionati in cella o in grotta e affinati. Punta di diamante della nuova realtà consortile è comunque il Formaggio di Fossa di Sogliano DOP: la specialità casearia, ottenuta con latte ovino, vaccino o misto e “infossata” per la stagionatura in apposite fosse di arenaria, che ha saputo conquistare nel corso degli anni un interessante spazio di mercato.

Nell’ultimo biennio, però, la produzione ha registrato una significativa contrazione con la prospettiva della chiusura per alcune piccole realtà artigianali e relative conseguenze negative sul fronte commerciale.

Alla luce di questo, oggi l’esigenza prioritaria è avviare un’attività di rilancio del “Sistema Formaggio di Fossa” con l’obiettivo d’intervenire sull’intera filiera produzione-mercato per restituire prospettive a tutti i protagonisti di questo comparto.

“La missione del Co.Pro.Fo.S. – sottolinea il presidente, Vittorio Gozzi - è creare un sistema di produzione, promozione e commercializzazione del Formaggio di Fossa di Sogliano DOP per salvaguardarne i valori di qualità, sicurezza e tipicità. Non va dimenticato, poi, il nostro impegno prioritario per aumentare il livello di gradimento e diffusione di questo pregiato prodotto nelle più importanti catene del sistema distributivo nazionale”.

Il Consorzio si pone come principale interlocutore del mercato, in particolare per il “Fossa”, così da rappresentare la quasi totalità dei produttori che, a loro volta, sono impegnati nel controllo dell’intera filiera per salvaguardarne la tipicità e le caratteristiche peculiari”.

L’impegno del Consorzio Produttori Formaggi Stagionati si traduce anche nell’accorciamento della filiera dal campo alla tavola, grazie alla concentrazione delle varie fasi produttive e logistiche. Nello specifico, le fosse censite dal Consorzio sono circa 80, di cui 40 distribuite nel comprensorio di Sogliano al Rubicone (FC), in
particolare a Borghi e a Roncofreddo, mentre le altre dislocate in territorio marchigiano (a Talamello, Sant’Agata Feltria e Cartoceto in provincia di Pesaro Urbino).

“Ci auguriamo – conclude il presidente – che, attraverso una serie di strategie mirate come la crescente qualificazione della produzione del Formaggio di Fossa di Sogliano DOP, l’avvio di una più corretta ed efficace informazione al consumatore e l’aumento della distintività produttiva, questa specialità casearia romagnola torni ad essere abitualmente presente sulle tavole degli italiani e riacquisti la giusta posizione nel panorama agroalimentare nazionale ed internazionale, difendendosi dalle troppe imitazioni presenti sul mercato”.

I soci di Co.Pro.Fo.S.

Caseificio “L’Antica Cascina” – Forlì (Fc)
Caseificio “La Rinascita” – Meldola (Fc)
Caseificio “Martarelli” - Camerata Picena (An)
Caseificio “La Giunchiglia” – Tavoleto (Pu)
Azienda   “Buona Romagna srl” – Sogliano al Rubicone (Fc)
Azienda  “Fosse Brandinelli” – Sogliano al Rubicone (Fc)


[ i più letti del mese ]

[ i più popolari ]