Notizie sulla moda, l'arte ed il turismo italiani e sul made in Italy

Iniziata a Napoli Falanghina Felix 2008

18 novembre 2008    Invia ad un amico
Iniziata a Napoli Falanghina Felix 2008
Clicca per ingrandire

Il Grand Hotel Vesuvio di Napoli ha ospitato la presentazione alla stampa della settima edizione di FALANGHINA FELIX, rassegna dei vini da uve falanghina della regione Campania.

All'incontro, moderato da Luciano Pignataro (giornalista de Il Mattino e Premio Veronelli 2008), hanno partecipano: Nicola Matarazzo (Consulente del progetto), Gennaro Masiello (Presidente della Camera di Commercio di Benevento), Carmine Valentino (Assessore Provincia di Benevento alle politiche per l'Agricoltura e i sistemi produttivi),  Alfonso Ciervo (Sindaco di Sant'Agata de' Goti), Laura Ravazzoni (responsabile delle relazioni istituzionali CTS Roma) e Aniello Troiano (Dirigente dell'Assessorato Regione Campania all'Agricoltura e Attività Produttive).
 
Luciano Pignataro ha posto in evidenza che "l'edizione 2008 di Falanghina Felix è più articolata e completa e che, attraverso l'imponente panoramica sulla produzione campana in vetrina, di certo accrescerà la conoscenza sul vitigno più diffuso della regione, che vanta anche una longevità particolare".

Nicola Matarazzo ha illustrato gli obiettivi del progetto, e cioè di rafforzare la posizione competitiva a livello regionale dei produttori di questa cultivar; costruire legami con i diversi mercati extra regionali; sviluppare nuovi segmenti di mercato a livello economico, tipologico e socio culturale, e nuove occasioni di consumo e infine, di sviluppare un circolo virtuoso "vino-turismo-territorio".  Ha concluso poi, con le azioni in programma per il raggiungimento degli obiettivi prefissati e annunciando la chiusura della rassegna al Rome Cavalieri the Waldorf Astoria di Roma, con  la presenza di  Bruno Vespa che racconterà la sua ultima esperienza letteraria  "Viaggio in un'Italia diversa", una ulteriore occasione di coniugare vino e cultura.

Gennaro Masiello si è soffermato "sulle ambizioni di una rassegna che mette insieme pubblico e privato per un vitigno che può ancora crescere e che costituisce un pilastro importante per l'intera regione". "E' di certo - ha concluso - un vino diverso che ha bisogno di politiche adeguate e di controlli maggiori per evitare la concorrenza sleale".

Carmine Valentino ha riferito sulle "grandi potenzialità del vitigno falanghina e dichiarato che "l'amministrazione provinciale di Benevento crede molto nell'iniziativa che, data la partecipazione di tante aziende, rappresenta una sfida tesa soprattutto ad aumentare la notorietà sia dei vini sia del territorio".

Alfonso Ciervo dopo aver rilevato "il momento favorevole per la vitivinicoltura, data l'ottima vendemmia", ha detto che "Sant'Agata de' Goti, con il suo affascinante centro storico, è pronta ancora una volta ad ospitare una rassegna che lega il prodotto al territorio" e che "di certo richiamerà tantissimi operatori del settore ed enoappassionati".

Laura Ravazzoni, nel dichiararsi "orgogliosa di essere l'elemento nuovo dell'appuntamento 2008", ha messo in evidenza che "il turismo abbinato al vino può creare ricchezze notevoli" e che "la Falanghina, con il suo potenziale che riguarda anche storia, cultura e tradizione, deve essere al centro di un pacchetto proposto non solo in Italia, ma anche all'estero, e teso in particolare ad avvicinare i giovani".

Aniello Troiano, nell'auspicare "un maggiore coinvolgimento delle terre che producono Falanghina", ha invitato tutti "a fare sistema per far conoscere meglio le realtà produttive ed il suo territorio". "Falanghina Felix - ha aggiunto -, con le sue numerosissime etichette, non va vista solo come iniziativa di spessore, ma soprattutto come segnale da raccogliere per un più proficuo sviluppo del turismo e dell'agroalimentare".

Al termine della conferenza stampa si è tenuto un seminario degustazione su "Le espressioni territoriali della Falanghina in Campania", con vini del Sannio, Irpinia, Terra di Lavoro, Vesuvio e Campi Flegrei, e condotto da Luciano Pignataro,  Gaetano Pascale (Presidente Slow Food Campania) e Tommaso Luongo (delegato AIS Napoli).

La partecipazione a tutte le iniziative in programma è gratuita, per i seminari è necessaria la prenotazione (fino ad esaurimento posti) direttamente sul sito web  www.falanghinafelix.it
Per informazioni: felix@falanghinafelix.it


[ i più letti del mese ]

[ i più popolari ]