Notizie sulla moda, l'arte ed il turismo italiani e sul made in Italy

L'Istituto Europeo di Design per goldenpoint

08 luglio 2009    Invia ad un amico
L'Istituto Europeo di Design per goldenpoint
Clicca per ingrandire

Il made in Italy entra in acqua e sale direttamente in passerella. Creatività Liquida chiude AltaRomAltaModa con una sfilata evento dedicata ai Mondiali di Nuoto roma09, al design e agli stilisti italiani emergenti. L’evento si svolgerà il 15 luglio 2009 alle 22,30 al Room 26, nel cuore dell’Eur.

La kermesse Creatività Liquida rappresenta l’evento di passaggio tra il calendario di AltaRoma (12-15 luglio) e i Mondiali di Nuoto roma09 (17 luglio-2 agosto) riuscendo sinergicamente a coniugare, per la prima volta, le eccellenze del made in Italy nel design e nella creatività della next generation (AltaRomAltaModa) e nello sport (Campioni di Nuoto roma09).

L’Istituto Europeo di Design per goldenpoint. Un connubio che coniuga creatività e sperimentazione con l’eleganza di un marchio italiano di successo. La collezione, progettata da 20 studenti del secondo anno del corso triennale di Fashion Design per l’evento Creatività Liquida, è ispirata al concetto del bon ton.

La corrente artistica del surrealismo è la chiave di lettura da cui sboccia l’intera collezione che parla di una donna femminile e ironica. Il movimento ha influenzato la moda del nostro secolo facendo liberare le idee e ritrovare il senso del meraviglioso. L’idea del progetto IED è quella di riprendere gli elementi esasperati della corrente artistica, giocando con elementi fuori dal senso comune. Il risultato è una collezione caratterizzata dall’esaltazione degli aspetti liquidi, surreale per la citazione artistica e storica ma contemporanea nell’uso dei materiali.

Tre sono le figure ispiratrici attraverso cui si snoda l’intera collezione: Coco Chanel, Elsa Schiaparelli, Man Ray. L’inseparabile filo di perle di Coco Chanel è stato reinterpretato come oggetto folle, vistoso, fuori dal modello conosciuto. I costumi che seguono questo tema sono glamour, trasformati attraverso le perle in oggetti esagerati, estremizzati. La citazione allo stile di Elsa Schiaparelli. La stilista, grazie alle collaborazioni con i massimi esponenti del Surrealismo, creò insoliti ed originali capi, dando un nuovo significato alla parola moda.

La collezione si affida alla sperimentazione sui nuovi materiali. Fiori di plastica in PVC, costumi impreziositi da fiori giganti lavorati attraverso il riciclo di fondi di bottiglie di plastica, un riferimento all’ecosostenibilità dei materiali che trasferisce ai capi, attraverso la plastica colorata, l’illusione delle tonalità acquatiche. Questa ispirazione rappresenta un rinnovato neorealismo, inteso come innovazione della materia.

Il colore nudo, omaggio ai nudi di Man Ray. Gli studenti hanno ripreso l’affascinante concetto del corpo bidimensionale trasformato in senso pittorico. Interessante il lavoro sulle vestaglie, kimoni di chiffon quasi impalpabili, veli di sfumature quasi a riprodurre una seconda pelle.

Altra suggestione è la riga, intesa come elemento marino ripreso negli oggetti che caratterizzano la vita da spiaggia: le tradizionali righe delle sdraio, degli ombrelloni che, simulati attraverso l’uso dell’aerografo, diventano graffiti contemporanei, quasi tribali.
                                                       

Il lavoro di ricerca si sviluppa attraverso gli accessori realizzati utilizzando strutture di fiori applicate a borse, turbanti e cappelli. Questo concetto lo troviamo anche nei mega accessori: grandi borse lavorate con materiali tecnologici, sacche in jersey resinato, argenti spalmati su borse che conferiscono loro un aspetto liquefatto dal sole, tessuti molto classici ma lavorati con tecniche di finissaggio.
Il bon ton andrà presto in vacanza, mettendo in valigia pezzi speciali.


[ i più letti del mese ]

[ i più popolari ]