Notizie sulla moda, l'arte ed il turismo italiani e sul made in Italy

Daniela De Marchi tra moderno ed antico

09 febbraio 2010    Invia ad un amico
Daniela De Marchi tra moderno ed antico
Clicca per ingrandire

Coralli, rami, cortecce, frutti e altri infiniti elementi naturali sono fonte inesauribile d’ispirazione per Daniela De Marchi, da essi prendono vita le sue ricercate collezioni di gioielli.

La singolare scelta di utilizzare argento, bronzo e ottone per le sue creazioni permette a Daniela di avere piena libertà nei volumi e nelle forme; tale scelta col tempo diviene l’emblema di un gioiello contemporaneo colto e maturo, ormai libero dal vincolo creativo/economico dei metalli preziosi.

Un particolare processo alchemico messo a punto dalla designer da vita al Dropage, texture brevettata che segna il linguaggio comune alle sue collezioni al di fuori
del tempo, riconoscibile nell’evoluzione delle forme. Dotata di un nome internazionale, il dropage è frutto della  globalizzazione linguistica, che porta in sé il vocabolo inglese “drop” che significa goccia, volutamente pronunciato alla francese per enfatizzarne la voluttuosità.

Il Dropage è un procedimento applicato alla tecnica della fusione a cera persa: con l’utilizzo del calore la cera viene portata  allo stato  liquido, per poi essere riportata allo stato solido scomposta in piccole gocce dalla forma sferica, forgiate una ad una.

Argento, bronzo e ottone si spogliano della loro naturale lucentezza per assumere nuove sfumature cromatiche e caldi colpi di luce.
Bruniture e smalti offrono la possibilità di poter scegliere ogni modello in una ventina di colori di metallo differenti, che sapientemente abbinati a pietre naturali come agate, giade, quarzi ed altre ancora, permettono ad ogni singolo cliente di intervenire in modo del tutto personale sulla composizione del proprio gioiello.

La luce ed il colore dei materiali si fondono perfettamente nelle forme di un personalissimo stile tra il moderno e l’antico, dove il richiamo al mondo naturale è sempre presente.

www.danielademarchi.it


[ i più letti del mese ]

[ i più popolari ]